mer

22

giu

2016

Esame di maturità 2016 - Consigli (per Genitori e Studenti) di Alessandro D'Avenia

Nella newsletter del prof. Alessandro D'Avenia (che ti consiglio di sottoscrivere qui - trovi il pulsante dedicato sulla destra), erano contenuti due suoi video consigli girati per il Corriere della Sera, dedicati alla maturità.

 

Il primo dà qualche utile indicazione agli Studenti su come svolgere il tema di maturità, il secondo invece dà qualche spunto ai Genitori, impegnati come (o forse più dei) figli nelle prove di questi giorni.

 

Continua a consultare questo articolo per vedere i video e leggere i miei commenti...

leggi di più 0 Commenti

sab

18

giu

2016

Le 5 tipologie di studente bloccato

In questo articolo ti propongo uno spunto interessante che ho rispolverato in questi giorni rileggendo l'ottimo libro di Alessandro Bartoletti Lo studente strategico.

Si tratta di una visione schematica (ma non riduttiva) delle diverse modalità con le quali uno studente può bloccarsi nelle sue performance scolastiche.

Per intenderci, tra gli obiettivi del percorso di formazione in Coaching Scolastico, c'è lo sviluppo di competenze in grado di farci riconoscere le "strategie di blocco" descritte di seguito, nonché l'acquisizione di strategie d'intervento efficaci.

leggi di più 0 Commenti

La parola di oggi (fonte: unaparolaalgiorno.it)

Grazie di cuore Giorgio & Massimo per il vostro amore verso la nostra lingua. MetaDidattica è un "erborista" appassionato: vi legge ogni giorno!

Una parola al giorno.it

Epidittico (ven, 24 giu 2016)
e-pi-dìt-ti-co Significato: Dimostrativo, espositivo Etimo: dal greco [epideiktikós], da [epídeixis] 'dimostrazione'. Questa parola viene solitamente usata in un ambito piuttosto circoscritto, quale è quello della retorica greca. Classicamente il genere epidittico è annoverato, accanto a quello giudiziario e a quello deliberativo, fra i tre generi del discorso retorico. Se a quello giudiziario afferiscono le orazioni pronunciate in tribunale e a quello deliberativo le orazioni volte a orientare la decisione politica di un'assemblea, quello epidittico comprende i discorsi pronunciati in occasioni pubbliche, come celebrazioni, feste o commemorazioni. Come l'etimologia ci chiarisce, quelle epidittiche sono delle orazioni volte a dimostrare o più semplicemente a esporre una tesi, o anche a elogiare qualcuno o qualcosa. (Ad esempio, il discorso "Sulla pace" di Isocrate uscito come seconda prova quest'anno al classico è proprio un'orazione epidittica). Ma questa parola, così ricercata, si può anche usare al di fuori della retorica greca? Perché no. Dopotutto il significato di questo aggettivo è piuttosto netto e disponibile: in italiano l'epidittico altro non è che il dimostrativo, l'espositivo - con dei bei connotati di pubblicità. Può essere epidittico il discorso dell'amministratore che vuole incensare i risultati del progetto finanziato, l'articolo in cui il giornalista approfondisce gli esiti di un movimento popolare può avere dei toni epidittici, e l'intervento epidittico dello scienziato mostra la necessità di sostenere un fronte di ricerca. È certo una parola che si può avere qualche remora a usare - sia perché si è incerti sul fatto di starla usando correttamente (ma bisogna un po' buttarsi!), sia e soprattutto perché non è così nota da poter essere recepita facilmente (e il contesto va di sicuro scelto bene). Ma è una cesellatura da non trascurare. (Fra l'altro, queste stesse righe potrebbero dirsi epidittiche!)
>> leggi di più