LEGGI!

Gli articoli, le interviste, i pareri degli esperti e tutto quello che può accompagnarti nella tua "lettura formativa": puoi trarre ispirazione e spunti pratici da ogni riga messa a tua disposizione...

 

Qui in basso trovi le ultime 3 risorse pubblicate, da leggere subito. Se vuoi accedere all'archivio completo, clicca qui.

Presenta la tua candidatura per un "dialogo metadidattico"

Ho pensato di organizzare dei "dialoghi metadidattici”!

 

Quest’anno voglio inaugurare l'Anno Scolastico in modo nuovo. L’idea mi è venuta pensando ai seminari tenuti in tutta Italia negli ultimi anni: il valore aggiunto, generato grazie al confronto avuto in aula con voi Docenti, è sempre stato inestimabile. Sono nate nuove idee, strategie innovative per gestire dinamiche complesse, collaborazioni e, perché no, anche amicizie di valore!

 

Per questo motivo quest’anno ho pensato di aprire veri e propri confronti, con chi di voi ne avrà voglia. Lo faremo online, utilizzando lo strumento della diretta Facebook (sarà quindi facile collegarsi, basterà avere una buona connessione): partiremo da un tema inerente la Scuola, scelto direttamente da chi si candiderà per il “dialogo metadidattico”. Continueremo scambiandoci idee, domande, risposte, proposte, riflessioni… sarà una vera e propria chiacchierata di una mezz’oretta. Tutto quello che verrà fuori sarà un’opportunità da cui trarre spunto o sulla quale aprire approfondimenti successivi.

 

Gli spazi a disposizione per il primo ciclo di “dialoghi metadidattici” saranno sei: sceglierò quelle che presenteranno il tema più interessante per i nostri lettori.

Se ti va di candidare il tuo argomento ed incontrarci per un caffè virtuale (offro io!! :P ), clicca qui e parlami della tua idea!

Vi aspetto numerosi… chissà che non riusciremo ad attivare fin da subito due cicli di “dialoghi metadidattici"!

leggi di più 1 Commenti

Attenzione a non andare a caccia di soluzioni

Quotidianamente facciamo i conti con i problemi: grandi, piccoli, datati, più recenti, aggrovigliati, apparentemente semplici... ogni volta è una scommessa, una faticosa scommessa.

Una delle cose che ci richiede più dedizione e maggiore attenzione è la ricerca di possibili soluzioni da mettere in pratica per riuscire a migliorare la situazione. Questo passaggio però, seppur ragionevole e diffuso, rappresenta una delle trappole più insidiose dei nostri processi di problem solving (più o meno consapevoli).

Cosa rende questa ricerca tanto spontanea quanto deleteria? Clicca qui e leggi l'articolo scritto da Alberto per il blog FYM...

leggi di più 0 Commenti

Le misure dispensative: le 6 cose da sapere

All’inizio di ogni anno scolastico, entro la fine di novembre, viene stilato il P.D.P. o Piano Didattico Personalizzato secondo le indicazioni della Legge 170 del 2010. All’interno del documento c’è la sezione che riguarda le “misure dispensative” in cui si dice che l’alunno può essere dispensato: dalla lettura ad alta voce, dal prendere appunti, dai tempi standard, dal copiare dalla lavagna, dalla dettatura di testi/appunti, da un eccessivo carico di compiti e dallo studio mnemonico delle tabelline.

 

Approfondiamole insieme...

leggi di più 0 Commenti

Gli ultimi articoli scritti per i "siti amici"

Dida-tech: intervista alle autrici del sito per la didattica innovativa e inclusiva!

Voglio presentarvi Emilia Sansonetti e Simona Restauri, le autrici del neonato sito Dida-Tech: l'ho trovato molto interessante, perché pieno zeppo di proposte innovative, nate dalla passione di due Insegnanti che ogni giorno sperimentano ciò che propongono, con l'obiettivo di offrire una didattica inclusiva.

 

Conosco Emilia dall'A.S. 2012/'13, anno in cui ho avuto il piacere di tenere con MetaDidattica un corso di formazione nella sua Scuola; Simona invece è stata per me una piacevole e nuova conoscenza.

 

Ho voluto intervistarle per presentare il loro nuovo Progetto ai lettori di MetaDidattica: buona lettura!

leggi di più 0 Commenti

Sintonia (e non semplice empatia) nelle relazioni d'aiuto

Nel Coaching, come in qualsiasi relazione d'aiuto, è fondamentale sintonizzarsi con i bisogni, le esigenze e le difficoltà che sta vivendo la persona alla quale vogliamo rivolgere il nostro supporto.

Credere nella necessità di un rapporto empatico può creare una paradossale condizione di ineffecacia: una delle tentate soluzioni più comuni è proprio questa. Si finisce per vivere le stesse sensazioni/emozioni che vive l'altro, smarrendo la via per fornirgli un supporto che gli permetta di superare le sue difficoltà.

Mi fa piacere proporti la lettura dell'articolo che ho scritto per il blog dell'Associazione di categoria A.Co.I. (Associazione Coaching Italia), alla quale sono iscritto come Coach Professionista nell'ambito scolastico e life. Clicca qui per leggere l'articolo...

leggi di più 1 Commenti