LEGGI!

Gli articoli, le interviste, i pareri degli esperti e tutto quello che può accompagnarti nella tua "lettura formativa": puoi trarre ispirazione e spunti pratici da ogni riga messa a tua disposizione...

 

Qui in basso trovi le ultime 3 risorse pubblicate, da leggere subito. Se vuoi accedere all'archivio completo, clicca qui.

Il raccolto ai tempi del colera - Libera riflessione della prof.ssa Sara

Mi sono ritrovata in questi giorni a vivere una situazione un po' particolare. Oltre ai tre giorni di vacanza dalle lezioni previsti dal calendario scolastico della mia regione, il Veneto, per via dell'emergenza che ha colpito l'Italia, ed in particolare il Nord Italia, abbiamo avuto questa settimana altri tre giorni di vacanza.

 

Un po' spinta dal desiderio di non far perdere ai miei studenti l'allenamento rispetto alle competenze su cui si stanno esercitando in questo periodo, e un po' spinta anche dal desiderio di far sentire loro anche un'aria di normalità, mi sono interrogata su come fare a mantenere con loro un legame, anche se a distanza.

leggi di più 2 Commenti

Il costo del cambiamento: facciamo un bilancio

Da quanti anni insegni? Quanti cambiamenti, eclatanti o minimali, ti sono passati davanti? Quanti di questi sono stati per te occasione di crescita e quanti, invece, fonte di preoccupazioni o delusioni?

 

Ogni volta che incontriamo una nuova Classe, ogni volta che affrontiamo un nuovo argomento, ogni volta che avviamo un progetto, siamo protagonisti del cambiamento.

Ma il cambiamento non è soltanto nelle novità: il cambiamento permea praticamente ogni istante della nostra vita professionale e personale. Quando ci informiamo stiamo in parte cambiando punto di vista, quando parliamo (o non parliamo) con qualcuno stiamo modificando la nostra relazione con quella persona...

leggi di più 1 Commenti

Appena arrivati? Ecco come inserirci in un nuovo gruppo

Qualche giorno fa, in questa sezione del sito dove è possibile inviarci richieste di supporto su casi specifici, ci hanno descritto la seguente questione:

 

Buongiorno,

mi chiamo Elisa e ho 47 anni. Sono laureata in Lingue e ho fatto diversi percorsi di approfondimento in comunicazione e in PNL ma ho sempre lavorato come assistente di direzione e poi come commerciale in una società di leasing. Per vari motivi che in virtù della sintesi non sto ad elencare, ho cambiato percorso; ho acquisito i 24 cfu e dopodomani ho la mia prima supplenza in una scuola media.  Per ora non ho ricevuto alcuna informazione o consegna da parte della scuola. Sono Emozionata ma anche... un po' in panico :D. Ho visto un video circa le tre domande per conoscere la classe e presentarsi e sicuramente lo utilizzerò per rompere il ghiaccio e imparare i nomi dei ragazzi. Al pomeriggio avrò gli scrutini. SOS. Come posso sopravvivere senza sapere assolutamente NULLA?  Grazie sin da ora. Un saluto cordiale

 

Di seguito la prima risposta inviata via email e poi qualche approfondimento che possiamo fare insieme...

leggi di più 0 Commenti

Gli ultimi articoli scritti per i "siti amici"

Dida-tech: intervista alle autrici del sito per la didattica innovativa e inclusiva!

Voglio presentarvi Emilia Sansonetti e Simona Restauri, le autrici del neonato sito Dida-Tech: l'ho trovato molto interessante, perché pieno zeppo di proposte innovative, nate dalla passione di due Insegnanti che ogni giorno sperimentano ciò che propongono, con l'obiettivo di offrire una didattica inclusiva.

 

Conosco Emilia dall'A.S. 2012/'13, anno in cui ho avuto il piacere di tenere con MetaDidattica un corso di formazione nella sua Scuola; Simona invece è stata per me una piacevole e nuova conoscenza.

 

Ho voluto intervistarle per presentare il loro nuovo Progetto ai lettori di MetaDidattica: buona lettura!

leggi di più 0 Commenti

Sintonia (e non semplice empatia) nelle relazioni d'aiuto

Nel Coaching, come in qualsiasi relazione d'aiuto, è fondamentale sintonizzarsi con i bisogni, le esigenze e le difficoltà che sta vivendo la persona alla quale vogliamo rivolgere il nostro supporto.

Credere nella necessità di un rapporto empatico può creare una paradossale condizione di ineffecacia: una delle tentate soluzioni più comuni è proprio questa. Si finisce per vivere le stesse sensazioni/emozioni che vive l'altro, smarrendo la via per fornirgli un supporto che gli permetta di superare le sue difficoltà.

Mi fa piacere proporti la lettura dell'articolo che ho scritto per il blog dell'Associazione di categoria A.Co.I. (Associazione Coaching Italia), alla quale sono iscritto come Coach Professionista nell'ambito scolastico e life. Clicca qui per leggere l'articolo...

leggi di più 1 Commenti